Il burattinaio di parole

10520893_490393741104589_8954324494858767531_n

La notizia era finalmente giunta. Alice la aspettava da più di un anno. Il famoso burattinaio sarebbe arrivato in paese. Tutti ne parlavano, di casa in casa si diffuse rapidamente l’entusiasmo, tutti si preparavano ad accoglierlo al meglio, soprattutto i bambini. Alice custodiva nel cuore un grande desiderio, quello di conoscerlo e di poterlo guardare negli occhi. Nessuno ci era mai riuscito. Si ripeteva ogni sera prima di andare a dormire: “Ce la farò. Deve pur esserci un modo.” Il burattinaio viaggiava di paese in paese, di villaggio in villaggio sempre mascherato, in modo che nessuno potesse conoscere la sua vera identità, con la sua piccola carovana stracolma di oggetti curiosi e impolverati. Si diceva che fosse fuggito via dalla sua casa quando era poco più che un bambino con le poche cose che possedeva e che da allora avesse sempre vissuto come un nomade, senza vincolo alcuno, solo, nella sua libertà. Continua a leggere

Annunci