Elogio della lentezza

“Le cose belle sono lente” – Pane e Tulipani

Passeggiare, incrociando lo sguardo degli sconosciuti, immaginarne le storie che si nascondono dietro le loro maschere.
Mangiare le ciliegie e assaporarne il gusto, talora dolcissimo, altre volte un po’ aspro, come la vita.
Nuotare quando il mare è una tavola, sentire l’acqua che ti scivola sulla pelle.
Fare l’amore, con la tenerezza e l’abbandono di chi si fida, di chi riconosce l’odore e si sente a casa.
Accarezzare la pelle di un neonato e aspirarne il profumo di innocenza.
Sorseggiare un caffè, chiacchierando con la tua migliore amica.
Guardare vecchie fotografie e lasciarti assalire da ricordi di istanti preziosi di vita.
Fare colazione in albergo prima di immergerti nei colori di un luogo sconosciuto.
Leggere un libro al caldo, con una tazza di tè fumante e il tuo gatto che ti massaggia la pancia.
Cucinare per il tuo compagno, sperando che avverta la cura e la dedizione che hai impiegato per lui.
Riabbracciare chi avevi perduto ed è ritornato.
Lasciarti andare alla dolcezza anche se sei a pezzi.
Pregare, nel silenzio del tuo cuore.
Dirti che sei ancora viva, che puoi ancora continuare a sperare

(Immagine da Pinterest)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...