Innamorati di tutto il mondo, unitevi: è il vostro giorno!

Copertina

Anche quest’anno, inesorabile, è giunta la festa di San Valentino, la festa iperglicemica per antonomasia. In concomitanza con il Festival di Sanremo, il Carnevale e l’uscita nelle sale di “50 Sfumature di Grigio”(ma dai, che trovata originale!). Che sia una congiunzione astrale sfavorevole alla salute mentale delle donne? O un tentativo di mogli e fidanzate, felici ed innamorate, di far fuori definitivamente le pericolosissime donne single che gravitano intorno ai loro uomini? Di certo, questo mese di febbraio ci mette a dura prova. Per fortuna abbiamo la prospettiva della primavera a rincuorarci. Altro particolare agghiacciante è che oggi, 14 febbraio, è sabato. Questo è davvero un grosso, ma grosso, problema. Che San Valentino cada nel weekend è tanto una benedizione per gli innamorati quanto una maledizione per i single, inutile far finta di non saperlo. Non c’è scampo, i ritmi frenetici della settimana lasciano il posto al relax(?) del weekend e c’è tutto il tempo di pensare, nel bene e nel male, alla festa degli innamorati. Veniamo, quindi, alle previsioni per la giornata: strade in tilt, cuori rossi in ogni dove, coppie che si sbaciucchiano ad ogni angolo, sfilza di selfie d’amore sui social network, menu di San Valentino in ogni ristorante, eventi dedicati agli innamorati. A questo proposito, avete la possibilità di scegliere, a seconda dei gusti e della “fase” che attraversa la coppia, tra una miriade di eventi, da una magnifica serata a guardare le stelle al telescopio ad una “romanticissima” visita guidata nelle Catacombe di San Gennaro (può tornare utile, non si sa mai)! Se poi preferite sancire il vostro amore attaccando un lucchetto da qualche parte in città, fatelo pure, ma la mia benedizione non l’avrete mai! E vogliamo parlare delle centinaia di vetrine minuziosamente allestite per l’occasione? Che siano un incentivo per gli innamorati a svuotare portafogli e strisciare carte di credito o un velato invito per i single a barricarsi in casa per tutta la giornata? E consentitemelo, ci sono due cose che proprio non sopporto. La prima, frivola: le donne che rifiutano i cioccolatini (che altre pagherebbero per avere!) perché sono a dieta. La seconda, drammatica: i regali di San Valentino fatti in duplice copia (come le fototessera!), una alla fidanzata/moglie, l’altra all’amante; ci vuole pietà, sono un genere di individui senza speranza. Ah, dimenticavo, la tristissima festa di San Faustino, festa dei single! Ma preferisco sorvolare, in certi casi è meglio l’indifferenza.

Foto 1

Come ogni ricorrenza che si rispetti, anche San Valentino ha i suoi sostenitori e i suoi detrattori. C’è chi sostiene che sia soltanto l’ennesima operazione commerciale (vedi, festa della mamma o della donna), per cui, per una questione di principio, non va festeggiata nel più assoluto dei modi: ne va della propria dignità e della propria coerenza e coscienza sociale! C’è chi invece pensa che sia una piacevole occasione per gli innamorati per trascorrere una giornata/serata diversa o per fare una sorpresa al proprio partner, soprattutto se di solito viene trascurato; uomini che trascurate le vostre compagne, non pensiate di cavarvela con un mazzo di fiori o un tubo di baci Perugina! Ci sono poi quelli che pensano che sia un modo per celebrare l’amore in tutte le sue forme, anche l’amore per gli animali e le piante; ma sì, mettiamoci anche i videogiochi e gli alieni! E c’è chi trova ridicolo che ci si ricordi dell’amore una sola volta all’anno, “perché l’amore è quello di tutti i giorni”, per cui trascorre la giornata nella più assoluta indifferenza: lasciarsi andare, qualche volta, no? Cosa penso io? Molto semplice. Che, come non è vero che a Natale siamo tutti più buoni, così, è altrettanto vero che a San Valentino non siamo tutti un po’ più innamorati. Il giorno di San Valentino non è “tutto rose e fiori”, non è l’idillio di una coppia, non è un tripudio di cioccolato e frasi d’amore, non è sotterrare i problemi (o le corna!) per apparire come due piccioncini felici come il primo giorno di fidanzamento. È un giorno reale, un giorno, come gli altri, di vita vera, in cui due innamorati, se vogliono, possono festeggiare il loro amore (ipoteticamente possono farlo anche gli altri 364 giorni dell’anno!) davanti al mondo o nella propria intimità, farsi gli auguri, scambiarsi un dono, ritrovarsi un po’ più vicini o sentirsi uniti come sempre. È un giorno per ricordarsi, e ce n’è tanto bisogno, di quanto l’amore possa rendere piena la nostra vita.

Ragazze fidanzate o sposate (ma rigorosamente innamorate!), a voi l’augurio che possiate trascorrere il più bel San Valentino, accanto all’uomo che avete scelto (accertatevi sempre che non l’abbia scelto a vostra insaputa qualcun’altra)! A voi, ragazze single (innamorate o meno!): non c’è motivo di deprimersi né torturarsi in questo giorno, in cui il mondo vi fa sentire “diverse”, amate voi stesse in primis (molte donne innamorate non sanno cosa significhi), è il regalo più straordinario che possiate farvi, per un uomo c’è sempre tempo. E se avete proprio perso le speranze, beh, provate con una preghiera a San Valentino. Ritentate, l’anno prossimo sarete più fortunate!

Foto 2

Ma…..siete sicuri di sapere cos’è l’amore? Lasciate che vi saluti con questo video!

 

http://www.mygenerationweb.it/201502142244/articoli/costume-societa/pink-generation/2244-innamorati-di-tutto-il-mondo-unitevi-e-il-vostro-giorno

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...