A piedi nudi nel parco: il clima di una serie televisiva direttamente a teatro

10849730_10152865006942088_78828594289175919_n

Un gioiellino. Una bomboniera confezionata perfettamente. Lo spettacolo che non ti aspetti. Un’occasione per sorridere e per riflettere su diversi aspetti della vita: relazioni sentimentali, lavoro, precarietà economica, solitudine, stereotipi, stravaganze. Tutto questo e molto altro è “A piedi nudi nel parco”, presentato da “GAG produzioni” e andato in scena dal 3 al 6 gennaio presso il Te.Co. Teatro di Contrabbando. 

Lo spettacolo, tratto dall’opera di Neil Simon, nasce da un’idea del regista Giuseppe Fiscariello, che, non solo rivede ampiamente il testo originale, ma gli conferisce una connotazione del tutto originale. La storia, che ha visto l’interpretazione sul grande schermo da parte di attori del calibro di Robert Redford e Jane Fonda, è infatti presentata sotto forma di serie televisiva a puntate. Innegabile che, dagli anni ’90 ad oggi, le serie televisive, tanto italiane quanto straniere(americane soprattutto) siano state tra i prodotti più apprezzati dal pubblico, specialmente quando ad alto tasso di ironia, sino a diventare col tempo, irriverenti e persino ciniche.

Basti pensare al grande successo del burbero e scontroso “Dr House”, senza dimenticare gli intramontabili “ Il Maresciallo Rocca”, “Un Medico in Famiglia”, “Distretto di Polizia”, passando per “Friends” e “Sex and the City”, fino ad arrivare all’acclamatissimo “How Met your Mother”. Uno spettacolo insomma, a ponte, tra la sempre più amata nuova realtà televisiva, e il teatro. L’obiettivo dello spettacolo è provare a riprodurre in una sala teatrale, piccola ma accogliente, come quella del Te.Co., l’atmosfera che si respira in una qualsiasi casa di un qualsiasi luogo nel mondo, quando ci si sintonizza sul canale che trasmette la propria serie televisiva preferita. Chiunque ne abbia una, sa che, nel momento in cui ci si appresta a vederla, tutto ha le sembianze di un piccolo e proprio rito. È bandita ogni forma di disturbo e, i cibi preferiti, soprattutto se ad alto potere calorico, devono essere rigorosamente a disposizione; se poi è inverno, immancabile è il plaid di pile. Da soli o in compagnia, ci sono tutte le carte in regola per una serata dal gusto diverso, che si vorrebbe non finisse mai e si è perfino disposti ad assumersi il rischio di una qualche forma di dipendenza. Ci immergiamo nelle storie dei personaggi che, col tempo, finiscono per diventare parte del nostro mondo, come se esistessero davvero, come se li conoscessimo da sempre.

Tutto questo lo abbiamo vissuto anche al Te.Co. ed è proprio questo l’elemento vincente di “A Piedi Nudi Nel Parco”. Il pubblico è accolto in un clima familiare e confortevole (su ciascuna sedia sono disposte coppette di pop-corn), proprio come fosse quello di casa, mentre Valerio Gargiulo e Michela Di Costanzo(entrambi aiuto regista), danno vita ad un simpatico “siparietto” tra fidanzati, che si conclude con la decisione di guardare insieme una nuova serie televisiva alla TV. Basta un tocco sul telecomando che lo spettacolo vero e proprio ha inizio.

Corie(Claudia Esposito) e Paul(Paolo Gentile), neosposi, si sono appena trasferiti nella loro nuova casa, al decimo piano(senza ascensore) di un condominio newyorkese abitato da insoliti personaggi, minuscola, priva di riscaldamento, di una camera da letto e di una vasca da bagno, dove la luce si accende col telecomando della TV. Insomma, uno spazio appena sufficiente per sopravvivere. Mentre Corie è entusiasta, nonostante le evidenti scomodità, all’idea di abitare con l’amatissimo Paul, quest’ultimo, giovane avvocato alle prime armi, sembra vivere un incubo ad occhi aperti e irritato dall’atteggiamento di Corie, decide, nonostante le provocazioni della bella moglie, di trascorrere la serata a lavorare, in piedi nella doccia, non avendo nessun altro luogo a disposizione.

A complicare la situazione intervengono prima Ethel(Grace Lecce), l’algida sorella maggiore di Corie, in visita di perlustrazione per fare rapporto alla madre, e successivamente il più che stravagante Victor Velasco(Giuseppe Fiscariello), inquilino di un imprecisato appartamento sotto il tetto, detto “Barba Blu” (che sia un assassino di giovani fanciulle?). Corie ha un’idea del tutto straordinaria: cenare tutti e quattro insieme la sera successiva per poter presentare Victor, uomo fuori del comune e conoscitore del mondo ad Ethel, che, con il suo carattere estremamente introverso e diffidente, ha evidenti problemi nel rapportarsi con gli uomini. Mentre Corie è sempre più entusiasta della nuova vita, Paul inizia a dare segni di cedimento, sempre più infastidito dall’atteggiamento giocoso della moglie. Al termine di una cena a base di “prelibatezze” dai nomi impronunciabili e fiumi di alcool, mentre Ethel e Victor, incredibilmente compatibili, si scoprono interessati l’uno all’altra e decidono di trascorrere la notte insieme, Corie e Paul finiscono con il litigare, accusandosi reciprocamente.

Paul non tollera il carattere frivolo, l’entusiasmo immotivato e le idee surreali di Corie; quest’ultima, a sua volta, accusa Paul di essere serioso, mai disposto ad uscire per un attimo fuori dagli schemi, di mancare di brio, di non aver camminato a piedi nudi nel parco alla temperatura di 5 gradi sotto lo zero! Paul decide quindi di andar via e Corie, in lacrime, non può far altro che farsi consolare da Ethel, che, per la prima volta, si comporta da vera sorella maggiore e ricorda a Corie quanto lei e Paul si siano sempre amati. Quando Paul, ubriaco fradicio, ritorna a casa, dopo ulteriori litigi, i due, si riscoprono indivisibili, proprio in virtù delle loro diversità, che li rendono unici e speciali agli occhi dell’altro. Nel frattempo Ethel e Victor scoprono la gioia di non sentirsi più soli e di poter aprire la propria vita all’amore.

Non c’è elemento che stoni nello spettacolo: dalle interpretazioni ai dialoghi, dalla regia alla scenografia, dal ritmo alle luci, fino ai costumi; fanno ridere e riflettere le “pubblicità occulte” che, di tanto in tanto, interrompono la scena, trasformando gli attori in esemplari imbonitori della TV.

Le due coppie di attori sono ben assortite: da un lato Esposito/Gentile, dall’altro Lecce/Fiscariello; i personaggi sembrano “disegnati” su misura per loro. Sono personaggi estremamente umani, nei quali ciascuno può rispecchiarsi, con le proprie paure, insicurezze, ansie, sogni, progetti, passioni, incongruenze. Ogni tratto umano che emerge è l’occasione per guardare alla vita con ironia.

Claudia Esposito emana freschezza, spontaneità ed entusiasmo, interpretando una Corie sognatrice ed innamorata, oltre che di Paul, della vita, e di tutte le sue possibilità, anche di quelle che gli altri non riescono a vedere. Grace Lecce si ammira sul palco per bellezza e bravura, colorando la sua Ethel delle più varie sfumature, con un’abilità spiccata nella mimica e nella gestualità. Ancora una volta Giuseppe Fiscariello è impegnato nel duplice ruolo di regista ed attore: non potremmo immaginare un Velasco più stravagante(indimenticabili i kimono che indossa!) e dirompente di lui; fisicità unica, verve comica innata, impreziosita da note di malinconia, passione ed umiltà. Paolo Gentile è un Paul strepitoso, tanto puntiglioso e ironico nei litigi quanto esilarante(in mutande)durante la scena della sbornia: tecnica invidiabile, precisione, presenza scenica sempre da applausi. E da applausi è lo spettacolo nel suo insieme. Auguriamo a “A piedi nudi nel parco” tutto il successo che merita, sperando che torni quanto prima in scena.

http://www.napoleggiamo.it/articolo.php?id=14627

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...