Subsonica già in vetta con ‘Una nave in una foresta’. Concerto a Napoli il 7 novembre

 

81m9RTaeDpL._SL1500_

Uscito il 23 settembre, balza immediatamente al numero uno degli album più venduti in Italia “Una nave in una foresta”, il nuovo disco dei Subsonica, a confermare il grande seguito di uno dei gruppi italiani più amati. L’ultimo lavoro, il settimo in studio della band torinese, vede la luce 3 anni dopo “Eden” e a distanza di un anno dal brano “La scoperta dell’alba”, scritto per l’omonimo film di Susanna Nicchiarelli (riadattamento cinematografico del romanzo di Walter Veltroni).

I 5 membri della band si sono ritrovati, quindi, dopo un periodo di esperienze individuali, con la rinnovata voglia di comporre la “loro” musica ed esibirsi davanti ai propri fan. Rimangono fedeli al loro stile inimitabile, alla loro linea musicale, in prevalenza elettronica, ma con piacevoli contaminazioni pop-rock e perfetta per concerti tutti da ballare. Pur non discostandosi troppo dai lavori precedenti, Una nave in una foresta è sicuramente un disco più armonioso ed equilibrato, la cui punta di diamante resta sempre la voce, anch’essa più matura, di Samuel.

I primi due singoli, “Di domenica” e “Lazzaro” sono ben rappresentativi dell’intero lavoro, che si compone di 10 tracce: il primo più melodico, sulla linea di pezzi storici come “Incantevole”, che affronta il tema del cambiamento, il secondo più ritmato ed aggressivo, sia nella musica che nel testo, incentrato sulla volontà come mezzo di rinascita.

L’apertura del disco è affidata alla malinconica “Una nave in una foresta”, la title track: stati d’animo, cose da dimenticare, errori da correggere, separazioni da affrontare. In perfetto stile Subsonica è “Tra le labbra”, piacevolissimo è l’ascolto di “I cerchi degli alberi”, orecchiabile ed accattivante (ci auguriamo sia il terzo singolo); decisamente più elettro-rock sono “Attacca il panico” e “Ritmo Abarth”, mentre la bulimia delle emozioni e la nostalgia sono i temi centrali di “Specchio” e “Licantropia”.

Chiude “Il Terzo Paradiso”, versione musicale dell’opera dell’artista biellese Michelangelo Pistoletto (la cui voce è presente nel brano), che rappresenta il possibile superamento del conflitto tra il primo paradiso, quello naturale, ed il secondo, quello artificiale, in contrapposizione nell’attuale società. I Subsonica sono attualmente impegnati nella promozione del disco presso i megastore “La Feltrinelli” delle principali città italiane; il 1° ottobre hanno fatto tappa a Napoli (Piazza dei Martiri), dove, il giorno seguente, sono stati i protagonisti di un incontro con gli studenti dell’Università Federico II, presso il Dipartimento di Scienze Sociali, dal titolo “I linguaggi della creatività”, sulla commistione dei diversi linguaggi, compreso quello digitale, impiegati nella produzione artistica.

C’è quindi attesa per l’inizio del tour, previsto per il 31 ottobre a Jesolo, con tappa a Napoli il 7 novembre presso il Palapartenope e grande chiusura al Mediolanum Forum di Milano. Un mese di tempo, quindi, per ascoltare il nuovo album e rispolverare i vecchi successi del gruppo, in attesa di vederli dal vivo.

subsonica-singoli-classifica-una-nave-in-una-foresta

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...