Orrori “religiosi”

Si chiamano Pool Paulini e Marianela Perelli e sono argentini. Fino a qualche giorno fa, esattamente due sconosciuti, almeno per me. Si tratta dei creatori di una discutibile collezione di bambole, soprattutto della linea Barbie, che vestono i panni di figure religiose. Chi? La Madonna, Gesù Cristo, vari Santi e Sante, ma anche la Dea Kalì e Buddha. Per non scontentare nessuno. Anzi, a dirla tutta, la collezione religiosa esclude Maometto, come fa notare l’Agenzia dei Vescovi, che “accusa” gli artisti di temere, evidentemente, l’ira dei musulmani, che, in questo non proprio facile momento(per usare un eufemismo), forse è l’ultima cosa da augurarsi. Effettivamente desta un po’ di sorpresa che “i personaggi” reinterpretati siano quelli sopracitati,  perchè, checché se ne dica, al di là di qualche sacrosanta (è il caso di dirlo!) contrariata dichiarazione, ovviamente e per fortuna non si va. Si accoglie la provocazione, si dà il proprio punto di vista (e ci mancherebbe!) e si continua a pensare a cose più importanti. E IlPuntoV ci tiene a dire la sua. L’idea, sinceramente, non mi è piaciuta affatto. Lo dico da persona che oltre ad avere una propria personale fede, nutre profondo rispetto per tutte le confessioni religiose, di qualsiasi angolo della terra. Sono onesta nel dire che da Cristiana Cattolica, mi disturba parecchio vedere un Gesù-Ken, per di più in croce(questa almeno, se la sarebbero potuta risparmiare), una Madonna-Barbie, e una sfilza di Santi/e ridicolizzati. Provocazione. Ma relativamente a cosa, mi chiedo? Criticare, se ce n’è l’occasione, ok. Le critiche credo siano sempre costruttive. Qui si va al di là. Si oltrepassa il confine tra la presa in giro e la dissacrazione. La provocazione è per definizione la manifestazione di chi, vivendo un conflitto, non lo ha superato, ma è ancora pienamente coinvolto in esso. Non so se in questo caso sia così o sia stato per i due artisti argentini più semplicemente e astutamente una mossa strategica per farsi conoscere, per far parlare di sé. Evidentemente in altro modo non ci sono riusciti.

120443481-73682c0e-d507-443b-9121-da0a5a70c685

120443395-8923f49c-ed0f-48ab-9f71-9d087348c3a5

120444031-0179fee9-0543-442e-bdee-62845abfada4

120444078-aac9387f-65f4-4af4-bb50-f29df05f8899

120444492-23566480-9c84-42e5-bc9d-2c6094f5cea7

Mi appare ancora più strana, sebbene se ne sia parlato di meno, la trovata “geniale” e veramente di cattivissimo gusto, di Dolce & Gabbana. Stilisti conosciuti e apprezzati a livello mondiale da anni.  Scandalizzare, sempre e comunque, è la loro filosofia.  Che non abbiano più nulla da inventarsi neanche loro per dare risalto alle loro creazioni, che abbiano perso la loro consolidata e straordinaria vena artistica? Perché osservando le scarpe che hanno presentato durante la recente “Settimana della Moda” di presentazione della collezione primavera/estate 2015, non mi viene davvero nient’altro in mente. Parlo di una scarpa provvista di un tacco dorato (già di per sé inguardabile) che, aprendosi, contiene un Tabernacolo con il Sacro Cuore, “simbolo” utilizzato anche nell’invito ufficiale dei due stilisti italiani. “Sono impazziti”, è stata la prima cosa che mi è venuta in mente guardando l’obbrobrio che hanno inventato. D’accordo la commistione tra sacro e profano, ma che si stia completamente perdendo il rispetto per il sacro? Sicuramente signorine eccentriche come Lady Gaga o Miley Cirus apprezzeranno la trovata. E questa la dice lunga sul gusto. Miei cari D&G, stavolta avete proprio toppato. Andatevi a fare una bella vacanza e ritemprate il vostro spirito, che mi sa tanto che ne avete proprio bisogno!

143642561-9c34bb09-dc44-48e1-9e06-b58b94958a37

143642086-5a0a50e2-c710-4cae-bb21-bbf97e365606

 

Annunci

Un pensiero su “Orrori “religiosi”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...